Premio Chatwin Bruce Chatwin Che ci faccio qui? Mostra Permanente Moleskine
Home Comunicati Stampa
Comunicati Stampa
Mario Dondero incontra Vinicio Capossela
Venerdì 19 Novembre 2010 11:13

L'artista a Genova per rititare il premio speciale “un artista nel mondo”- Premio Chatwin 2010

GENOVA, 19 novembre - Che cosa hanno in comune un fotoreporter ottuagenario e un cantautore poco più che quarantenne? E cosa potrebbero avere da raccontarsi se si trovassero uno di fronte all’altro?
Molto, probabilmente, specie se il primo è Mario Dondero, padre del fotogiornalismo in Italia, intellettuale curioso e in perenne movimento tra luoghi e persone, e l’altro è Vinicio Capossela, accanito esploratore di tutte le forme espressive e artistiche: musica innanzitutto, certo, ma anche letteratura, cinema, teatro.

Leggi tutto...
 
Piccoli Chatwin in viaggio con Conquà
Venerdì 19 Novembre 2010 11:42

Al Museo Luzzati Silvia Mastrangelo e Lorenzo Terranera guidano i laboratori di scrittura per bambini

Nico è bambino curioso e intraprendente. Conquà è il suo inseparabile orsetto di pezza. Insieme formano una strana coppia di investigatori che, a bordo dei mezzi più improbabili, viaggia senza sosta all’inseguimento di tracce e indizi utili a risolvere enigmi e misteri.
Le loro avventure vivono nella collana di libri di viaggio per bambini I viaggi di Conquà (Bevivino Editore) che ha già portato i piccoli lettori alla scoperta delle bellezze architettoniche e paesaggistiche di cittá come Roma, New York, Bologna. Ma il 19 e 20 novembre, sarà Genova la città da scoprire e da raccontare: sarà qui che, partecipando ai laboratori di scrittura per bambini Piccoli Chatwin in viaggio con Conquà, un gruppo di investigatori in erba inventerà un mistero e lo ambienterà nella propria città attraverso un racconto e delle illustrazioni. Ospiti del Museo Luzzati, i giovanissimi scrittori-viaggiatori saranno guidati dai creatori di Conquà Silvia Mastrangelo (testi) e Lorenzo Terranea (illustrazioni).

Leggi tutto...
 
Da Palazzo Rosso il via al festival 2010
Mercoledì 17 Novembre 2010 10:46

Ivo Saglietti apre la nona edizione del Premio Chatwin coon la mostra Sotto la tenda di Abramo. Al fotoreporter genovese il premio speciale "l'occhio assoluto"

GENOVA, 17 novembre 2010 - A Ivo Saglietti, fotografo dal passo lungo e infaticabile. Per avere tanto viaggiato, spesso con vento "ostinato e contrario", con bagaglio leggero ma carico di umanità, nelle regioni più dimenticate, per raccontarcene le passioni e le sofferenze, alle quali si avvicina sempre fino a coglierne il più intimo respiro. Le sue immagini, dal Cile ad Haiti a Lampedusa, scuotono, senza sconti o ipocrite scorciatoie, la memoria e la coscienza collettiva.
È con questa motivazione che il Premio Chatwin assegna al fotoreporter genovese Ivo Saglietti il Premio speciale l’occhio assoluto 2010. La consegna avverrà a Genova, in occasione della nona edizione del festival di viaggio Premio Chatwin-camminando per il mondo, l’appuntamento annuale per grandi viaggiatori e appassionati di viaggio e cultura di viaggio (dal 18 al 20 novembre).

A dare il via alla manifestazione sarà domani (Palazzo Rosso, ore 18.00) proprio l’inaugurazione della mostra fotografica di Saglietti Sotto la tenda di Abramo (Palazzo Rosso, 18-28 novembre). Mostra che racconta la storia recente dell’antico monastero siriano di Deir Mar Musa el-Habashi (San Mosè l’Abissino), importante centro per il rafforzamento del dialogo inter-religioso tra islam e cristianesimo.

Leggi tutto...
 
Michele Lepera, Luca Nizzoli Toetti e Luca Olivieri vincitori del Premio Chatwin 2010
Mercoledì 10 Novembre 2010 10:50

Genova, 10 novembre 2010 - Sono Michele Lepera, con il racconto Senza peso, Luca Nizzoli Toetti con il reportage fotografico Kaliningrad, Luca Olivieri con il corto Oltre il fiume i primi classificati selezionati dalla giuria del  concorso Premio Chatwin-camminando per il mondo 2010, la competizione che ogni anno attira concorrenti da varie regioni d’Europa che partecipano con i loro video, racconti, fotografie.
Presieduta dallo scrittore Ermanno Rea e dal fotoreporter Mario Dondero, la giuria è composta da: Marco Aime (antropologo, scrittore), Ambrogio Borsani (scrittore), Giuseppe Cederna (attore, scrittore), Maurizio Garofalo (photoeditor), Ferruccio Giromini (storico dell’immagine), Massimo Luconi (regista), Sandra Petrignani (giornalista, scrittrice), Giovanni Scipioni (giornalista), Silvestro Serra (giornalista).

I vincitori della nona edizione sono:

storie di viaggio_un racconto in 3000 battute

1° classificato: Senza peso di Michele Lepera, una vecchia conoscenza per il concorso (è alla terza partecipazione). 31 anni, genovese, una laurea in Disegno industriale alla facoltà di Architettura, un lavoro come grafico pubblicitario, una passione profonda per l’arte e la creatività: scrive, scatta foto e viaggia. Motivazione: Eccentrico, interessante, ha una buona evocazione di immagini, restituisce sensazioni di luoghi lontani.
2° classificato: Cardenas, Cuba di Donatella Ruini, 54 anni, scrittrice di articoli, racconti, poesie, vive e lavora a Bracciano (Rm).
3° classificato: Un angolo di mondo di Lucia Sandiano, torinese, 44 anni, pedagoga con l’hobby della scrittura (scrive racconti per il suo bambino).

immagini dal mondo_un viaggio in 5 scatti

1° classificato: Kaliningrad di Luca Nizzoli Toetti, 37 anni, fotografo, vive e lavora a Milano. Motivazione: Per la qualità delle immagini di una realtà remota ma fondamentale della situazione sociopolitica del mondo, per la tenacia investigativa e la bella maturità narrativa.
2° classificato: Trasmigrazioni di Alfredo Bini, 35 anni, fotografo, vive e lavora a Pistoia.
3° classificato: Tracce. Siberia a -42 °C di Luca Forno, 50 anni, fotografo, genovese.

Per la fotografia, la giuria segnala inoltre:
Ir por la ciudad della giovanissima Sara Carraretto, 15 anni di Lissone (MB), con un sogno nel cassetto: diventare fotografa.
Viaggio 1962 di Gian Filippo Zichele, fotografo e pittore di Roma.

amore senza frontiere_un progetto umanitario raccontato in 5 fotografie o in un corto

1° classificato: Oltre il fiume di Luca Olivieri, 47 anni, documentarista e sceneggiatore di Mondovì (Cn). Il video racconta di una popolazione di circa 10mila persone, i Karen, abitanti della regione lungo il confine Thai-birmano, costretta a vivere in costante nomadismo per sfuggire agli attacchi dei soldati birmani che, dal 1962, setacciano il paese sterminando le minoranze etniche. In aiuto a questo popolo, che ha affidato la propria sopravvivenza all’invisibilità, l’organizzazione Reability-Progetti in movimento opera dal 2002 con il progetto sociosanitario Mutraw Mobile Clinic: una clinica mobile, facile e veloce da evacuare in caso di attacco dell’esercito birmano, capace di dare assistenza sanitaria a migliaia di profughi e, al tempo stesso, provvedere alla formazione continua degli operatori sanitari locali. Motivazione: Per la professionalità tecnica e la lucidità narrativa che, sapientemente miscelate,  danno vita a un documento di testimonianza e denuncia di una realtà tanto feroce quanto sconosciuta.

2° classificato: Ali di donne, ancora un video realizzato da Lucrezia Argentiero e Isa Grassano, giornaliste bolognesi, che racconta dei progetti della onlus Le case degli angeli di Daniele impegnata dal 2003 ad aiutare le donne del Terzo mondo a diventare imprenditrici.
3° classificato: Casa famiglia Saint Christopher di Gianmarco Serra, pisano, 41 anni, regista di documentari e corti. Realizzato per Mais Onlus (Movimento per l’autosviluppo internazionale nella solidarietà) il video racconta del progetto di sostegno a distanza di Yeoville (Sudafrica) nato per dare educazione scolastica ai bambini poveri, ai figli e agli esuli politici rientrati in patria dopo l’apartheid.

Ai vincitori andranno viaggi e soggiorni offerti da Parco Nazionale delle 5 Terre, Settemari e ToAssociati. Al 1° classificato della sezione amore senza frontiere, nata per dare visibilità ai progetti umanitari nel mondo, l’associazione culturale Uj-Ut organizzatrice del Premio Chatwin, consegnerà anche un assegno di mille euro a sostegno del progetto proposto nell’elaborato in concorso.

 
Bruce si racconta: lettere inedite al IX Premio Chatwin
Mercoledì 10 Novembre 2010 09:42

Presentata alla stampa la nona edizione.
Premi speciali a Cees Nooteboom, Ivo Saglietti, Vinicio Capossela, Rocco Papaleo

Genova, 10 novembre 2010 - Lettere alla moglie Elizabeth, ai genitori Margharita e Charles, al fratello Hugh; lettere ai tanti amici editori, scrittori, registi; e poi ad antiquari, fotografi, artisti. Lettere che attraversano l’intera vita, breve ma intensa di Bruce Chatwin, uno dei più importanti scrittori e viaggiatori del 1900: raccontano l’emozione dei primi viaggi di un bambino di soli 8 anni alla fine degli anni Quaranta, i sogni di un giovane ambizioso ed entusiasta nell’Europa degli anni Sessanta, le irrequietezze di un uomo in continuo movimento negli anni Settanta, fino al 1989, anno della prematura scomparsa.

Sarà la presentazione in anteprima nazionale di una selezione di queste lettere l’evento centrale della nona edizione del Premio Chatwin-camminando per il mondo, il concorso e festival di viaggio in programma a Genova, tra Palazzo Ducale, Palazzo Rosso e Museo Luzzati, dal 18 al 20 novembre. Lette e interpretate dall’attore Paolo Briguglia, nella traduzione di Mariagrazia Gini, le lettere saranno un’esclusiva anticipazione della raccolta Under the sun (che ne contiene circa 500) pubblicata in Inghilterra lo scorso settembre e in uscita in Italia da Adelphi nel 2012.
A presentare il volume, il 19 novembre (ore 18.00), a Palazzo Ducale, saranno la moglie e il fratello di Bruce, Elizabeth e Hugh Chatwin, insieme al biografo, amico e scrittore Nicholas Shakespeare.

Intorno all’evento, il Premio Chatwin 2010 si sviluppa, come di consueto, in tre giorni di mostre, incontri, proiezioni sul tema del viaggio.
Si apre il 18 novembre a Palazzo Rosso con l’inaugurazione di Sotto la tenda di Abramo, mostra fotografica di Ivo Saglietti, fotoreporter tra i più sensibili e apprezzati, che racconta la storia recente dell’antico monastero siriano di Deir Mar Musa el-Habashi (San Mosè l’Abissino), importante centro per il rafforzamento del dialogo inter-religioso tra islam e cristianesimo.
Si prosegue il 19 novembre con gli incontri, organizzati in collaborazione con la facoltà di Architettura dell’università di Genova, su Africa ieri e oggi: 1905-2010 nella terra dei Dogon e Vivere in Africa: architettura, magia e cellulari (Palazzo Ducale, ore 16.00).
Si chiude il 20 novembre, con la cerimonia-spettacolo di letture, proiezioni, intermezzi musicali, interviste, consegna dei premi speciali e dei riconoscimenti ai vincitori del concorso (Palazzo Ducale-Sala del Maggior Consiglio, dalle ore 17.30).

Ritireranno i Premi speciali 2010: una vita di viaggi e passione letteraria, lo scrittore olandese Cees Nooteboom; un artista nel mondo, il musicista Vinicio Capossela; l’occhio assoluto, il fotoreporter Ivo Saglietti. Saranno inoltre presenti, tra gli altri: l’attore Paolo Briguglia che ritirerà il premio Italia, una terra da scoprire assegnato a Rocco Papaleo per il film Basilicata coast to coast; Flaviano Bianchini autore del libro In Tibet, menzione speciale il più bel libro dell’anno; Elizabeth Chatwin e i presidenti della giuria del Premio Chatwin 2010: lo scrittore Ermanno Rea e il fotoreporter Mario Dondero.

Immancabili, nel programma del Premio Chatwin, i laboratori di scrittura di viaggio con gli studenti delle scuole di Genova, realizzati quest’anno al Museo Luzzati da Silvia Mastrangelo e Lorenzo Terranera con i giovanissimi delle scuole primarie.

Nato nel 2001 da un’idea originale di Luciana Damiano, il festival di viaggio e concorso Premio Chatwin-camminando per il mondo è l’unico evento culturale che, grazie all’esclusiva concessa da Elizabeth Chatwin, vedova dello scrittore e madrina del Premio, può diffondere la memoria, le opere e il pensiero dello scrittore inglese per promuovere la cultura del viaggio in Italia e all’estero. Nel corso degli anni Premio Chatwin-camminando per il mondo è diventato un importante appuntamento per viaggiatori e appassionati di letteratura di viaggio.

L’edizione 2010 è organizzata dall’Associazione culturale Uj-Ut, sotto l’egida della Regione Liguria, in collaborazione con il Comune di Genova e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Sponsor: Ferrovie dello Stato, Moleskine, Siae, Amt Genova, Grand Hotel Savoia, Foundation Dutch Literature. Tour operator: Parco Nazionale delle 5 Terre, Settemari, ToAssociati.

 
Piccoli Chatwin in viaggio con Conquà
Mercoledì 10 Novembre 2010 12:26

Al Museo Luzzati i laboratori di scrittura per bambini di Silvia Mastrangelo e Lorenzo Terranera

Genova, 10 novembre 2010 - Nico è bambino curioso e intraprendente. Conquà è il suo inseparabile orsetto di pezza. Insieme formano una strana coppia di investigatori che, a bordo dei mezzi più improbabili, viaggia senza sosta all’inseguimento di tracce e indizi utili a risolvere enigmi e misteri. Le loro avventure vivono nella collana di libri di viaggio per bambini I viaggi di Conquà (Bevivino Editore) che ha già portato i piccoli lettori alla scoperta delle bellezze architettoniche e paesaggistiche di cittá come Roma, New York, Bologna.

Ma il 19 e 20 novembre, sarà Genova la città da scoprire e da raccontare: sarà qui che, partecipando ai laboratori di scrittura per bambini Piccoli Chatwin in viaggio con Conquà, un gruppo di investigatori in erba inventerà un mistero e lo ambienterà nella propria città attraverso un racconto e delle illustrazioni.
Ospiti del Museo Luzzati, i giovanissimi scrittori-viaggiatori saranno guidati dai creatori di Conquà Silvia Mastrangelo (testi) e Lorenzo Terranea (illustrazioni).

Due gli appuntamenti: venerdì 19 l’iniziativa è riservata ai circa 60 bambini di tre classi (due prime e una seconda) della scuola Garaventa; sabato 20, invece, il laboratorio è aperto a tutti i bambini e alle loro famiglie. La partecipazione è gratuita ma è consigliata la prenotazione telefonando al 010.2530328 o scrivendo a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Con l’iniziativa Piccoli Chatwin in viaggio con Conquà il festival di viaggio Premio Chatwin-camminando per il mondo rinnova e conferma, per il terzo anno consecutivo, il suo impegno nella diffusione della cultura di viaggio tra i giovani e giovanissimi.

Accolta con grande seguito nella sua prima edizione del 2008, con i laboratori di scrittura rivolti ai liceali genovesi e coordinati dalla Scuola Holden di Torino, infatti, l’iniziativa è stata replicata nel 2009 con i fondatori della Scuola di Viaggio Claudio Visentin e Andrea Bocconi e prosegue quest’anno con i più piccoli.

Premio Chatwin-camminando per il mondo, che quest’anno giunge alla nona edizione, è in programma a Genova dal 18 al 20 novembre con un programma ricco di incontri, mostre, proiezioni e, come di consueto, molti personaggi tra i più rappresentativi della cultura italiana e internazionale: scrittori come Cees Nooteboom, Nicholas Shakespeare, Ambrogio Borsani; architetti come Massimo Corradi, Camillo Magni, Ferdinando Fagnola; fotoreporter come Mario Dondero e Ivo Saglietti; registi come Nello Correale, Massimo Luconi. E ancora: il musicista Vinicio Capossela; l’antropologo Marco Aime, l’attore Paolo Briguglia; l’etnopsichiatra Piero Coppo; Elizabeth e Hugh Chatwin (moglie e fratello delle scrittore inglese).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3
Progetto e direzione artistica
Luciana Damiano

 

Consulente
Elizabeth Chatwin

Ufficio stampa e Comunicazione

Luciana Damiano

Alina Lombardo

Associazione culturale Uj-Ut
Tel. 0187.622008 – Cell. 333.6872422

 

Site powered by: Web Design Lifting