Premio Chatwin Bruce Chatwin Che ci faccio qui? Mostra Permanente Moleskine
Home Progetti Umanitari
Progetti Umanitari

I progetti umanitari legati al Premio Chatwin

Questa pagina nasce nel maggio 2009 con l’intento di dare voce e visibilità ai progetti umanitari legati al Premio Chatwin: ai vincitori del concorso sezione video “amore senza frontiere”, a una selezione dei progetti in concorso che non hanno vinto, ai progetti promossi o sostenuti da personaggi e personalità legate a vario titolo al Premio Chatwin.

Cuore Eritrea di Massimo Bondielli_primo classificato

Sud Sudan. Dopo vent'anni di guerra finalmente la pace di Dino Stefani_secondo classificato

Grazie Rita di Giovanni Currado_terzo classificato
Progetto Ulan Bator - Centro Assistenza poli-funzionale per i bambini di strada
Il progetto è volto a far fronte all’emergenza che coinvolge circa 3.500 bambini in età compresa fra 3 e 15 anni che vivono nelle strade della capitale della Repubblica Mongola. L’iniziativa nasce da una esplicita richiesta della Croce Rossa di Ulan Bator all’associazione Taiganà di La Spezia, da tempo impegnata in Mongolia in iniziative umanitarie.
Il progetto, che segue le linee guida di operatività dei progetti TACIS e LINEN dell'Unione europea, prevede l’ampliamento del dormitorio e del refettorio del piccolo centro assistenza per bambini di strada nel distretto di Chinghiltai di Ulan Bator dove attualmente gravitano oltre 290 bambini. L’ampliamento e la fornitura di materiale contemplata nel progetto darà la possibilità di ospitare e provvedere alle esigenze alimentari e didattico-formative ad almeno 50 bambine, altrimenti destinate al mercato della prostituzione, delle malattie e della malnutrizione.

Promotore del progetto è l'antropologo David Bellatalla, membro storico delle giuria del Premio Chatwin, presidente dell'associazione Taiganà.

Premio Chatwin sezione volontariato
"amore senza frontiere" concorso 2008

Di sangue e di sogni (1° classificato) di Paolo Mancinelli
Progetto di educazione per la prevenzione e la lotta all’Aids in Malawi.

Kimbondo. Un cuore nelle tenebre (2° classificato) di Marco di Castri
A Mont Ngafula, a 30 km dal centro di Kinshasa, lavora l’unico ospedale gratuito di tutto il Congo: la pediatria di Kimbondo, creata 20 anni fa da Padre Hugo Rios e dalla dottoressa Laura Perna e finanziata esclusivamente dagli aiuti del volontariato, prevalentemente italiano. Oggi i bambini rivìcoverati sono circa 500 tra malati, orfani, abbandonati (i bimbi malati in Congo sono chiamati “sheguè”, “bambini stregoni”, enfants sorcier: sono considerati indemoniati e abbandonati dalle famiglie o sottoposti a esorcismi che li mutilano o uccidono). Oltre a curare i bambini malati, la pediatria di Kimbondo si fa carico dell’istruzione dei bambini abbandonati fino al compimento dei 18 anni.

Tajikistan la valle dello Yaghnob (3° classificato) di Sandra Mondini
Nefrologa, medico di base a Castel d’Aiano, Sandra Mondini è medico volontaria nella missione etno-linguistica-umanitaria della Facoltà della Conservazione dei Beni culturali dell’Università di Bologna “Sulle tracce dell’antica lingua della via della Seta” (Tajikistan, Valle dello Yaghnob).

Trasmigrazione nelle diversità di Sergio Nascimbeni e Giuseppina Leone - direzione Dipartimento di salute mentale di Roma
Il video è parte della documentazione di un progetto, in corso da diversi anni, realizzato nell’ambito della cura e riabilitazione della salute mentale. Racconta di un trekking condotto nel deserto del Marocco con l'obiettivo di favorire la riappropriazione e la sperimentazione delle capacità fisiche, emotive e sociali in un luogo altamente evocativo.

Viaggio nel vento del Nargis
prodotto da Albero dei sorrisi ONLUS, il video descrive la gentilezza, la cortesia e l’ospitalità di uno dei popoli più pacifici al mondo. I proventi derivanti dalle donazioni per il DVD andranno a sostenere la comunità di monaci locali impegnati nella ricostruzione delle aree del Monastero di Mahagandhayon colpite dal ciclone Nargis.
 
Progetto e direzione artistica
Luciana Damiano

 

Consulente
Elizabeth Chatwin

Ufficio stampa e Comunicazione

Luciana Damiano

Alina Lombardo

Associazione culturale Uj-Ut
Tel. 0187.622008 – Cell. 333.6872422

 

Site powered by: Web Design Lifting