Edizione 2002

direzione artistica – Luciana Damiano
consulenti – Elizabeth Chatwin e David Bellatalla
La Spezia- 2-3-4-5 ottobre 2002

Programma

2 ottobre
ore 17
Centro Allende

Saluto di Elizabeth Chatwin, madrina della manifestazione
inaugurazione mostra:
“La Patagonia di Marco Risi e Francesca D’Aloja “, fotografie di E.Marchetti Gardner

 

3 ottobre
ore 17
Sala Consiliare CCIAA

inaugurazione mostra ‘’Orient Express’’ di Giampaolo Atzeni

ore 21- Centro Allende – incontro con Fernanda Pivano
Alla scrittrice il Premio Chatwin 2002 “ una vita di viaggi e passione letteraria”
Proiezione del documentario Fernanda Pivano : A farewell to beat . Premio al regista Luca Facchini.

 

5 Ottobre
Teatro Civico
Serata Evento.

Presenti le Autorità Istituzionali, Elizabeth Chatwin , la giuria presieduta da Mario Monicelli

Omaggio a Bruce Chatwin

intervento musicale de “ Los Farias” , il gruppo proveniente dalla Patagonia, la terra che ha ispirato il primo libro dello scrittore.

Maurizio Maggiani lettura da In Patagonia di Bruce Chatwin

Proiezione dei corti finalisti
Premiazione dei vincitori del concorso, video e narrativa.

Elizabeth Chatwin consegna i Premi Speciali :
“ Un artista nel mondo” a Mauro Pagani.

“Viaggi di Carta” al libro “La Via per Kabul” di Annemarie Schwarzenbach.

E’ in questa seconda edizione che viene istituito il Premio Speciale “ Viaggi di carta”, un riconoscimento al miglior libro di viaggio, edito nell’anno precedente, selezionato dai responsabili delle pagine culturali dei quotidiani nazionali, fra cui:

La Repubblica – Antonio Gnoli
Corriere della sera – Corrado Ruggeri
La Stampa – A.Papuzzi
Il Giornale – C.Soffici
La Nazione – C.Pestelli
Il Secolo XIX – S.Buonadonna
Il Tirreno -M.P. Bertucelli
Il Messaggero- S.Rocca
Il Mattino- T.Marrone
, La Gazzetta del mezzogiorno – P.Jarussi
L’unità -S.Scateni
Il tempo -I.Lombardi

Presenta Paolo Giani, giornalista Tg1

Scenografia: installazione “Vele al vento” dell’artista Claudio Papola

SPONSOR: PosteItaliane, Alitalia, Isoradio, Moleskine, GenteViaggi, Viaggi di Repubblica, Tiscali, Bluvacanze, Tour2000, Pryngeps, HotelPatioArezzo, JollyHotels,

 

Foto Gallery 2002

La Giuria

Presidente Mario Monicelli – regista

Corrado Azzolini – direttore editoriale Marco Polo tv
Eugenio Turri – geografo
Dario Barone – direttore Associazione Documentaristi Italiani
Davide Bellatalla – ricercatore
Silvestro Serra – direttore del mensile Gente Viaggi
Giovanni Scipioni – direttore del settimanale I viaggi di Repubblica

I Vincitori

SEZIONE VIDEO “GRANDI VIAGGI” PROFESSIONISTI
primo classificato Nessuno è annegato – Armenia di Carlo Ghioni
secondo classificato Kumb mela – India di Giuseppe Baresi e Giorgio Garini
terzo classificato Sea gipsies di Giancarlo Visaggio e Cristina Locori

SEZIONE VIDEO “CAMMINANDO PER IL MONDO” NON PROFESSIONISTI
primo classificato Noi Intra dei giardini fluttuanti – Birmania di Cinzia Bassani
secondo classificato Palermo di Andrea Marchi
terzo classificato Impressioni di viaggio – Bolivia di Michele Quatra

SEZIONE VIDEO – AMORE SENZA FRONTIERE – VOLONATRIATO NEL MONDO
primo classificato Un giorno a Corumbà – Brasile di Cafi Mohamud
secondo classificato Un’oasi nel deserto – Somalia di Maria Barresi
terzo classificato Io tra i dinka – Sudan di Dario Androne

SEZIONE NARRATIVA

primo classificato La spiaggia di Isabella Herzleld Cappelli
secondo classificato Il vecchio di Tagayé di Marco Aime
terzo classificato Il mio Saree di Milena Coccia

 

Fooding Theme by FRT
error: I contenuti sono protetti da copyright

Il viaggio continua

L'edizione 2022 del Premio Chatwin – camminando per il mondo è in preparazione.

Nuovo appuntamento con gli appassionati di viaggio per promuovere la conoscenza e la cultura dei popoli.

Entro il mese di giugno sarà presentato alla stampa il bando di concorso riservato ai reportage di viaggio e saranno resi noti i nomi della prestigiosa giuria che dovrà decretare gli elaborati. La premiazione è prevista per il 22 ottobre.

E il viaggio continua con un premio che vuol rendere omaggio a Bruce Chatwin, grande scrittore e profondo osservatore, che con il suo primo libro, da cui sono tratte le frasi che riportiamo, trasformò il modo di scrivere di viaggio.

da In Patagonia

“ …Così il giorno dopo, mentre l’autobus attraversava il deserto, guardavo assonnato i brandelli di nuvole d’argento che si spostavano in cielo e il mare grigio-verde di sterpaglia spinosa sparsa sulle ondulazioni del terreno e la polvere bianca che il vento sollevava dalle saline e, all’orizzonte, la terra e il cielo che si fondevano mescolando e annullando i loro colori ..”